Benvenuto nel portale dell'Ufficio Turistico dell'Unione dei Comuni della Presolana

clicca per ritornare alla modalità grafica



clicca per un aiuto alla navigazione per consultare l'elenco completo delle access key


HOME » DA VEDERE | FINO | L’antico Convento di clausura

L’antico Convento di clausura

STORIA

L’edificio è sorto intorno all’anno 1520 e donato dal nobile Giovanni Simone Da Fin all’ordine delle monache di S. Chconvento di clausuraiara. In questo luogo le suore trascorrevano le loro giornate dedite alla preghiera e alla cura degli orti adiacenti al Convento e accessibili da una scala interna. L’accesso alla chiesetta di S. Salvatore, a lato del convento, avveniva mediante una porticina alta sulla parete divisoria fra chiesa e monastero che dava accesso a un piccolo soppalco dal quale le suore assistevano alle funzioni religiose senza essere viste dai fedeli sottostanti.
Nel 1575 il convento venne improvvisamente chiuso per ordine di S. Carlo Borromeo, adducendo come motivazione che si trovava troppo accosto alle case civili e che uomini scellerati minacciavano l’integrità della vita claustrale. Voci popolari, tramandano la leggenda di scandali gravi che coinvolsero la vita delle suore di S. Chiara.
Il fabbricato venne in seguito frazionato e divenne proprietà di alcune famiglie del paese che lo trasformarono in un interessante agglomerato di abitazioni private.

 

STRUTTURA ARCHITETTONICA convento di clausura 2

IL PORTALE in pietra di ceppo rustico con architrave sostenuta da due capitelli sagomati. Al di sopra dell’architrave vi è un arco a ogiva dentro il quale è dipinto un affresco raffigurante la Madonna con il bambino adagiato ai suoi piedi e affiancata da due Santi che raffigurano S. Antonio da Padova e S. Giovanni Battista. L’affresco è stato restaurato nel 1977.

 

L’EDIFICIO costruito con arcate a tutto sesto, più ampie ed alte al piano terra, più basse e strette al piano primo. Colonne in pietra di Sarnico poggianti su basamenti semplici e rotondi e sormontate da capitelli eleganti sempre della stessa pietra.

 

IL CORTILE di forma piuttosto irregolare conserva pressoché integri sui lati nord e ovest le caratteristiche arcate dell’antico chiostro. Il cortile mantiene ancora ampi tratti del selciato irregolare che probabilmente un tempo ne ricopriva l’intera superficie.
 

 

 


 

 


 

ultima modifica: progetti_turismopresolana  22/11/2013
Risultato
  • 3
(1105 valutazioni)


UFFICIO TURISTICO DELLA PRESOLANA Indirizzo:  Via Vittorio Veneto 3/d 24020 Rovetta - BG
Tel:  0346/72220  - Fax:  0346/76561  - Mail:  ufficioturistico@unionepresolana.bg.it 
Portale internet realizzato 
da Progetti di Impresa Srl  © 2013